Quante vite potremmo salvare facendo lo screening per la fibrillazione atriale?

C’è chi sostiene che sia una strategia efficace per ridurre l’incidenza di eventi cardiovascolari. C’è invece chi teme la sovradiagnosi. È una buona idea sottoporre tutte le persone dai 65 anni in su a monitoraggi periodici del battito cardiaco? I dettagli sono tutti ancora da stabilire, agli esperti spetterà decidere il chi, il come e il quando. Ma Mark Lown, professore di medicina all’Università di Southampton, non ha dubbi: lo screening per la fibrillazione atriale Leggi tutto…

Fumi? Il rischio di essere colpito da ictus è due volte maggiore rispetto a chi non ha questo vizio

In occasione di Aprile mese della prevenzione dell’ictus cerebrale A.L.I.Ce. Italia Onlus punta il dito contro uno dei principali fattori di rischio Roma, 12 febbraio 2019 – Nel mondo nel 2010 si sono registrati 6.2 milioni di persone decedute a causa del fumo. Di queste, più di 600.000 erano non fumatrici, ma esposte al fumo passivo. Se questo numero rimanesse invariato, nel 2030 si potrebbe raggiungere la quota annuale di 8 milioni di decessi causati Leggi tutto…

Ictus, si sopravvive di più ma con disabilità. Italia in affanno sulla neuroriabilitazione

Cresce il numero di sopravvissuti all’ictus e, di conseguenza, si moltiplica il bisogno di riabilitazione. In Italia il numero di persone che convive con disabilità conseguenti all’ictus sta raggiungendo ormai la soglia del milione (930mila). Ciascun medico di medicina generale assiste 4-7 pazienti colpiti dalla malattia e 20 sopravvissuti con disabilità. Eppure solo sei Regioni in Italia presentano percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali aggiornati e attivi per la riabilitazione. Sono Valle d’Aosta, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Emilia-Romagna Leggi tutto…

Alice si rilancia con una nuova sede e un Centro d’Ascolto

L’associazione per la lotta all’ictus cerebrale si sposta in Valletta Valsecchi Una nuova sede e un Centro d’ascolto per ALICE Mantova. L’Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale, presieduta da Alberto Malagutti, si affaccia al 2019 con lo slancio del cambiamento. La necessità di conciliare aspetti operativi e organizzativi ha dato infatti vita alla scelta di trasferire la sede – originariamente nel reparto di Neurologia del Poma – in via Ariosto a Mantova (località Valletta Valsecchi). Leggi tutto…